Basteranno 4 settimane alle borse europee per chiudere l’anno in bellezza?

Tra pochi giorni conosceremo le decisioni che la Mario Draghi, capo della BCE, comunicherà in merito all’ampliamento o  meno del Quantitative Easing che sta portando avanti dall’inizio dell’anno. Attorno alla metà del mese le decisioni della FED in merito al tanto proclamato ed ormai atteso piccolo rialzo dei tassi.

Nel frattempo la nuova caduta della borsa di Shanghai ( -5,5%) di ieri sembrerebbe esser stata ben assorbita dai listini internazionali. Lunedì poi staremo a vedere!

A seconda di quelle che saranno le decisioni delle Banche Centrali UE ed USA  i mercati finanziari prenderanno probabilmente direzionalità più marcata, al rialzo  o al ribasso.

Quello che ci è dato da vedere fin qui è che dopo il negativo periodo intercorso tra metà agosto e fine settembre, le piazze azionarie internazionali una volta stabilizzatesi si sono andate riprendendo e la sensazione è che in questo mese si possa concretizzare la continuazione del trend al rialzo finalizzato a far tornare i listini, almeno quelli europei ed Usa sui massimi di metà anno.

Di seguito indichiamo:

Dax: dopo il minimo attorno ai 10.000 punti ha recuperato gli 11.000 e la direzione è verso i 12000

Eurostok 50:  fatto minimo a 3000 ha recuperato i 3500. Se li supera si punta dritti prima a 3700 e poi ai massimi a quota 3800

Mib30: doppio minimo ( quasi triplo) a 20500 ha poi recuperato e superato i 22150. Adesso siamo siam sopra i 22500 la cui tenuta darebbe impulso almeno fin ai 23000 per poi puntare ai massimi di aprile/luglio/agosto a quota 24000.

SP500: dopo il doppio minimo a 1850 è tornato sugli attuali 2100 punti con obiettivo i massimi dell’anno e di sempre a 2150

Lasciamo al momento stare gli altri, ci focalizziamo su questi  fiduciosi che in queste 4 ultime settimane che ci separano dalla fine dell’anno si possa concretizzare quello sprint che noi tutti vorremmo, per chiudere il 2015 nel migliore dei modi.

Vedremo il 30 prossimo se i nostri auspici si saranno concretizzati oppure no, noi ci crediamo.

Rag. Fabrizio Baglini – www.baglinifinanza.it

Per domande/info bostra mail:  info@baglinifinanza.it