CLINTON o TRUMP – I MERCATI IN ATTESA DEL VOTO

Tra poche ore conosceremo l’esito del voto americano, subito dopo la reazione dei mercati finanziari al nome di colui/ei che guiderà gli States almeno per i prossimi 4 anni. Da inizio anno questa è la data più attesa, tanto da aver chiaramente condizionato l’andamento 2016 del mercato USA.  Analizzando l’andamento dell’indice S&P500 notiamo chiaramente quanto detto.

sp500-7-nv

Le borse europee, appesantite dalle problematiche bancarie  ( in primis “le sofferenze”), ancora irrisolte malgrado gli aumenti di capitale già sottoscritti da buona parte degli istituti bancari, con relativi miglioramenti degli indici patrimoniali, stanno ancora vivendo una propria fase d’incertezza. La mancanza di notizie “Macro” positive e indicatori di fiducia altalenanti non hanno saputo produrre crescita adeguata dei listini. L’indice ESTX50 sotto evidenziato ne è la testimonianza.

estx50-7-nv 

La borsa italiana ha risentito più delle altre sia le problematiche relative al settore bancario, l mancata ripresa economica del paese,  le incertezze legate al prossimo referendum costituzionale.

mib-7-nv

Solo voltando lo sguardo ad est troviamo mercati in ripresa e con aspettative positive, in Giappone la politica monetaria espansiva di Abe, pur non producendo risultati al momento significativi sulla ripresa dell’inflazione ha quanto meno sostenuto la tenuta/crescita della borsa di Tokyio

japan-7-nv

Il rallenatamento cinese, causa della forte correzione del listino cinese, sembra aver lasciato spazio alla consapevolezza che la direzione imposta all’economia delle autorità centrali, va nella direzione giusta e che si può tornare ad investire sul listino azionario.

cina-7-nv

Tutto quanto sopra in attesa del verdetto Usa il cui esito potrebbe portare a cambiamenti di rotta significativi…… tra poche cominceremo a scoprirlo!

Al momento la nostra visione è mantenere l’asset allocation in corso ( 50% obbligazionario, 50% azionario ben diversificato con sovrappeso Asia) per decise variazioni c’è tempo.

Prossimo appuntamento per fine anno, lì vedremo se e di quanto abbiamo sbagliato.

Per ogni info/chiarimento scrivere come sempre a”info@baglinifinanza.it”, pronti noi a darvi risposta.

Fabrizio Baglini   www.baglinifinanza.it

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.